Situazione Covid: rientro in fascia arancione, crescono positivi e terapie, stretta su stadi e turismo

Il bollettino del Ministero della Salute riporta che giovedì 30 dicembre il numero dei positivi Covid è salito a 126.888 persone. Un rialzo di 98.020 persone in un giorno. Centocinquantasei le vittime al 30 giugno, centotrentasei le vittime al 29 dicembre. Collasso agli aereoporti e alle stazioni, molti italiani non possono rientrare oppure non si può partire, questo anche a causa della pericolosità e forza di contagio delle nuove varianti Omicron e Delta.

Tamponi Covid, farmacie al collasso: i numeri di ieri e oggi

Farmacie e ospedali collassano anche per la richiesta del numero di tamponi. Per alcuni sono importanti perché consentono di ricevere il famoso greenpass se non si è vaccinati, per altri è necessario per motivi di salute visto che siamo anche nel pieno della stagione influenzale. Crescono così le file per chiedere un tampone, in molte zone d’Italia si è arrivati anche a 1.150.352 richieste di test nasali, ieri un numero più basso che comunque superava il milione di richieste. I tamponi positivi sono saliti dell’11% oggi, del 9,5% ieri. Siamo di nuovo alla quarta ondata, il collasso sempre durante le feste natalizie anche a causa di spostamenti, aggregazioni cittadine o famigliari, temperature rigide e per questo, in questi anni, il vaccino antinfluenzale è diventato necessario per arginare la presenza in studi medici e ospedali di pazienti con malattie stagionali.

Situazione terapie intensive

Quindi, le persone attualmente postive in Italia sono ben 779.563, 28 sono giocatori di Serie A come vedremo, notizie buone per alcuni calciatori in rientro da Dubai dove si è tenuto un’importante premiazione di carriere. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 1.226, 41 in più in una sola giornata. Lombardia, Toscana, Piemonte e Campania sono le regioni con il maggior numero di contagi, si torna a parlare di zone arancioni, anche di suddivisioni di singoli comuni.

Situazioni sport

Difficoltà nel calcio, nel tennis e nel basket, si arriva a decisioni drastiche tra rinvii di partite di campionato importanti. I tennisti a gennaio raggiungeranno Sidney dove si discute di obbligo vaccinale o meno visto che alcuni atleti non posso partire perché non vaccinati oppure positivi. In Serie A per ora ci sono 28 calciatori e persone di staff tecnici positivi. Da Dubai rientrano Chiellini e alcuni calciatori della Juventus, i tamponi però sono negativi. Osimhen del Napoli è positivo al Covid, uno dei tanti giocatori partiti per la Coppa Africa ma anche per partecipare al Gala Soccer Awarsd di Dubai. I contagi in zona Africa sono elevati, per questo si pensava anche ad un rinvio di partite a causa anche degli impegni nei rispettivi club oltre che nelle nazionali.

Viene rinviata la Supercoppa Frecciarossa (attesa e quotata dagli scommetori di www.toprally.it), Inter e Juventus che devono giocare il 12 gennaio 2022, chiedono il rinvio nei mesi primaverili, da marzo a maggio, periodo in cui si spera che i contagi e il richio di forte ondata Covid cali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *