Pubblicato il 20 Feb 2017

Wildt , ultimi giorni a Milano

Adolfo_Wildt__Vir_temporis_acti__Uomo_antico___1913__257_566175c3cb78[1]

La Galleria d’Arte Moderna di Milano (GAM) ha prorogato fino al 28 febbraio 2016 la mostra “Adolfo Wildt (1868-1931). L’ultimo simbolista”, originariamente prevista in chiusura il giorno di San Valentino. Dai Musei Vaticani al Cimitero Monumentale di Milano, da Ca’ Pesaro a Venezia al Vittoriale di Gardone Riviera, le opere di Adolfo Wildt, considerato come l’Ultimo Simbolista, si trovano nei più grandi musei. La forza espressiva delle sue opere, massimizzata dalla levigatezza e lucentezza dei materiali, è unica, per quanto l’autore non sia celeberrimo presso il grande pubblico. In collaborazione con i Musées d’Orsay e l’Orangerie di Parigi, GAM propone u percorso di 55 opere in gesso, marmo, bronzo, accompagnate dai disegni originali e alcune opere a confronto: oltre alla Vestale di Antonio Canova, i lavori di Fausto Melotti, Lucio Fontana e Arrigo Minerbi. www.gam-milano.com

X
- Enter Your Location -
- or -