• lorenzo mini

    Nessuna nostalgia ma voglia di conoscenza. In Romagna, nell’entroterra e sul lungomare, esiste già un museo a cielo aperto di luoghi pubblici e privati costruiti all’epoca del Ventennio fascista: colonie marine, ville, cliniche, chiese, ex fabbriche, per lo più ruderi oggi in stato d’abbandono. L’associazione Spazi Indecisi di Forlì ha dato il via alla mappatura di questi edifici, così come aveva già fatto con altri del passato, e li ha inseriti in itinerari di riscoperta. L’obiettivo è depurarli dall’ideologia che li ha prodotti per dar loro una seconda vita. Nessun biglietto d’ingresso per visitare questi spazi, solo bisogna scaricare la mappa dal sito ed avere uno smart phone che permette di leggere i codi Qr che danno accesso alle informazioni multimediali sugli edifici visitati.  Foto Lorenzo Mini     www.spaziindecisi.it

  • image

    Non solo Riviera . L’Emilia Romagna è anche Appennini, parchi e verde. Proprio a questi aspetti
 meno conosciuti della regione sono dedicate le iniziative di “Itinerando”, associazione che da più di 20 anni organizza giornate alla scoperta del territorio. Oltre 200 le proposte che spaziano dai trekking per gli escursionisti più esigenti alle visite didattiche per i bambini. Il calendario con tutti gli appuntamenti  si trova sul sito . www.itinerandoemiliaromagna.it

  • image

    Otto tappe e 44 etichette di vini regionali fino al 24 settembre in Emilia Romagna. Ecco “Tramonto DiVino” la rassegna itinerante che celebra le eccellenze vitivinicole della regione, toccando le località marinare ma anche le città d’arte. www.emiliaromagnavini.it

  • 6posto_torrechiara_luci_al_tramonto_lara-zanarini

    Ad aggiudicarsi il 2° posto nazionale della V edizione di Wiki Loves Monuments è l’Emilia Romagna con l’immagine dei Trepponti al tramonto di Comacchio (FE), scattata da Nbisi, secondo il parere della giuria tecnica del più grande photo-contest digitale al mondo. Un’edizione da record per la regione del centro italia, non solo per il prestigio del podio, ma anche per la quantità e la qualità delle fotografie in gara. Delle 190 semifinaliste ben 70 arrivano dall’Emilia Romagna che si è distinta a livello nazionale per la significativa partecipazione al contest, con immagini provenienti dalle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì, Cesena e Rimini. Nella classifica delle dieci finaliste si sono ben piazzate anche la fotografia del Castello di Torrechiara (PR), di Lara Zanarini, al 6° posto, l’immagine di Marco Boschetti della Sala Nuti della Biblioteca Malatestiana di Cesena (FC) in 7° posizione, seguita all’8° dalla foto panoramica della Rocca di Brisighella (RA), realizzata da Paolo Forconi e, infine, decimo posto per la fotografia di Piazza Maggiore (Bologna) ripresa da Ugeorge durante una manifestazione di beneficenza. Delle 20.573 foto in concorso quest’anno per l’Italia, il 30%, ovvero 6283 immagini, sono di soggetti emiliani, per questo la  regione è al primo posto per uploading. Il soggetto più fotografato risulta essere stato la Pinacoteca Nazionale di Bologna, con 1095 scatti raccolti. (fonte: comunicato stampa) www.aptservizi.com

  • unnamed-1

    Giornate più corte, grigie, buie e fredde. È infatti proprio in questo periodo che si sente il bisogno di staccare la spina per dedicarsi al proprio benessere e a quello delle persone care. Le località termali delle Terme dell’Emilia Romagna coniugano relax, salute e percorsi rigeneranti e propongono a Dicembre e nei periodi di festa dall’Immacolata al Capodanno fino all’Epifania, nuovi pacchetti pensati per soddisfare ogni esigenza e farsi coinvolgere dall’atmosfera magica e soffusa delle festività. Tante sono le proposte pensate per soddisfare ogni desiderio di relax e cura di sé, tutte accomunate dall’unicità delle acque termali sulfuree e salsobromoiodiche tipiche del territorio emiliano-romagnolo: acque millenarie che curano e proteggono la salute, un rimedio naturale che unito all’esperienza e alla competenza della medicina termale, si prende cura del corpo e della mente. “Rituale ai cristalli di zucchero ai profumi del Natale in grottino veneziano”, caldi vapori termali per purificare la pelle e stimolare i sensi, “bianco relax con massaggio velluto bianco”, profondo e avvolgente massaggio al burro di jojoba che dona una pelle vellutata e libera dalle tensioni, “massaggio olistico rilassante con oli caldi ed essenze di melograno” per immergersi in una sensazione di straordinario relax e recuperare le energie: sono alcune delle proposte di trattamenti che le Terme dell’Emilia Romagna riservano per il recupero di un completo benessere. Tante esclusive esperienze di salute e benessere per rinnovare le energie, proposte nelle formule giornata o week end, che consentono anche di assaporare la tradizionale e calorosa ospitalità e le ricchezze eno-gastronomiche dolci e salate che contraddistinguono la Regione, immersi negli splendidi panorami naturali dell’Emilia Romagna. Cene romantiche e soggiorni per tutta la famiglia da vivere in camere dotate di tutti i comfort, che esaltano al meglio l’atmosfera che le Terme dell’Emilia Romagna sanno regalare. Scopri tutte le proposte e le offerte su www.termemiliaromagna.it

  • image

    “David Bowie Is” , la mostra allestita al MamBo (Museo di Arte Moderna di Bologna)  dedicata a David Bowie e prodotta nel 2013 dal Victoria and Albert Museum di Londra, sta riscuotendo un grande successo di pubblico. Sono oltre trentamila i visitatori che hanno ammirato i 300 oggetti dell’artista esposti insieme ad installazioni interattive nell’unica tappa italiana di questa mostra itinerante. Dal 10 settembre  vi si può accedere anche di sera, il sabato (che si aggiunge all’altra apertura serale del giovedì). Si può visitare fino alle 23 con ultimo ingresso alle 22. www.mambo-bologna.org

X
- Enter Your Location -
- or -