• image

    Quinta edizione per Memorie Urbane, il festival diffuso che celebra la street art e trasforma le zone più trascurate delle città che lo ospitano. Tra queste, Gaeta, Terracina, Cassino e Ventotene . Oltre trenta artisti di di fama internazionale danno un volto nuovo ai muri di questi centri,affiancando le loro opere a quelle già realizzate nelle altre edizioni del festival. Il clou della manifestazione è dal 20 maggio al 5 giugno con ‘Memorie Urbane Weeks’: un fitto calendario di eventi dedicati alla Street art. Tutti i dettagli si trovano su www.memorieurbane.it

  • 1200px-Cori_panorama

    La città di Cori, in provincia di latina, è uno scrigno di saperi, sapori, arte e tradizioni. L’ex convento agostiniano di Sant’Oliva è la sede del Museo della Città e del Territorio di Cori: il loggiato conserva un eccezionale ciclo scultoreo nella serie di 27 capitelli marmorei, dipinti e, all’interno, plastici dei monumenti più insigni della città. Fra questi è degno di nota l’Oratorio della Santissima Annunziata, dove gli affreschi che ricoprono le pareti a 360° raccontano, senza interruzioni, le storie della Bibbia. E dopo l’esplorazione è giunto il momento di sedersi ad un tavolo e gustarsi il “Prosciutto della Madonna”, chiamato così perché veniva prodotto nel mese di maggio, in occasione della Festa della Madonna S.S. del Soccorso, che si tiene ancora oggi. Essendo un prodotto della tradizione popolare è fra i protagonisti anche durante Latium World Folkloric Festival, che si tiene fra la fine di luglio e l’inizio di agosto a Cori e in altri comuni dei dintorni. Le usanze e il folklore si trasformano in una festa, dove musica, danza e buon cibo rivendicano l’identità culturale. www.comune.cori.lt.it

  • image

    Può essere considerata una delle sagre più antiche d’Italia. Risale infatti al 1504 la prima introduzione a Sermoneta, in provincia di Latina, del seme di granoturco. Lo porto’ qui il nobile romano Guglielmo Caetani, seminandolo nei suoi possedimenti. Nel giorno della festa di Sant’Antonio, quando i pastori portavano a far benedire le loro greggi, prese il via l’usanza di offrir loro un bel piatto di polenta fumante con contorno di maiale. Il cibo della tradizione contadina viene oggi riproposto in occasione della Sagra della Polenta, quest’anno il 22 gennaio. Non perderti la Solenne Processione che attraversa il bel borgo di Sermoneta, la benedizione dei campi e la distribuzione dei pani benedetti. www.comunedisermoneta.it

  • parco

    Pantanello è un piccolo parco inserito nel Monumento Naturale Giardino di Ninfa, un Area Protetta di soli 100 ettari, ma con un grande progetto. Tutti  luoghi di conservazione della Biodiversità affiancano alla cura dell’ ambiente un’ attività educativa rivolta soprattutto agli studenti, ma Pantanello fa qualcosa di diverso. L’ idea si chiama “ Le Radici del Futuro “ e non si limita a sporadiche visite di bambini che girano il parco e tornano a casa, tutt’ altro! Oltre 1400 ragazzi delle scuole di alcuni comuni della provincia di Latina stanno svolgendo lezioni sul campo, con l’aiuto entusiasta dei loro docenti, per diventare, tra quattro mesi, dei piccoli ranger, saranno loro le guide! In questo modo le nuove generazioni fanno il primo passo per diventare custodi dell’ambiente.www.fondazionecaetani.org

  • image

    Istituito nel 1997 in provincia di Latina, il Museo Piana delle Orme è un parco tematico dedicato al ‘900, che raccoglie in quattordici padiglioni oltre 50.000 pezzi militari, reperti della civiltà contadina e della vita quotidiana nell’Agro Pontino. Trentamila metri quadrati di esposizione per raccontare, anche con ricostruzioni sceniche e percorsi multimediali, le tradizioni e la cultura del tempo, le grandi opere di bonifica delle paludi, la II Guerra Mondiale e per mostrare i veicoli e i mezzi usati a ridosso della grande industrializzazione e i giocattoli con i quali si divertivano i bambini di una volta. Numerosi gli eventi che questo museo organizza, dalla mostra documentaristica sulle comunicazioni nella I e II Guerra Mondiale alle mostre di scambio dedicate alla radio.  www.facebook.com

  • image

    L’abbazia di Fossanova è sita nel comune di Priverno, 5 km a sud del centro urbano, ai confini con il comune di Sonnino, in provincia di Latina. Nascosta alla vista da secolari eucaliptus che ne custodiscono la pace, il visitatore che vi giunge si trova davanti a un complesso monumentale del quale fanno parte il chiostro, la chiesa, la Sala Capitolare e i dormitori dei monaci, la casa del pellegrino e l’infermeria, oltre ai resti di una villa romana del I secolo a.C. Costruita su un antico monastero benedettino è oggi, invece, il più antico esempio d’arte gotico-cistercense in Italia, dichiarato “monumento nazionale”. Ne è espressione l’affascinante e imponente rosone che domina la facciata, semplice ma imponente, come l’interno che si presenta volutamente spoglio e austero, in richiamo allo stile romanico da cui deriva. Nell’infermeria vi è la stanza ove visse, pregò e meditò san Tommaso d’Aquino negli ultimi giorni della sua vita e dove morì nel 1274; ancora oggi in chiesa se ne conserva la semplice tomba vuota composta da una lastra di marmo o travertino rettangolare. www.abbaziadifossanova.it

X
- Enter Your Location -
- or -