Emergenza Lazio: giocatori fuori ruolo e 32 gol presi

Una situazione che i biancocelesti non vedevano dal 1942-43: calo dei titolari e dalle ultime finestre di mercato sono arrivati soltanto comprimari

Dopo 17 turni di campionato, la Lazio ha incassato 32 gol. Tanti, troppi, considerando che Genoa e Cagliari, in zona retrocessione, ne hanno subiti soltanto due in più. Negli ultimi anni il reparto arretrato della Lazio sta andando sempre più in difficoltà, anche perché Leiva, che faceva filtro, è in calo e ha smesso di giocare, così come anche Radu, mentre Acerbi, pur essendo ancora titolare, sta aumentando le percentuali di errori. Eppure nelle ultime tre finestre di mercato, sono arrivati soltanto Hoedt, in prestito non confermato, perché non considerato all’altezza, Musacchio, non confermato e ora svincolato, ed Escalante, che doveva dare il cambio a Leiva ma Sarri non lo considera minimamente. Un problema che già c’era negli anni passati, e non essendo stato affrontanto, è aumentato. E così, alla 17esima di campionato, la Lazio ha mantenuto la porta inviolata soltanto con Fiorentina e Salernitana.

Se ti piace lo sport e le scommesse sportive, visita il sito di melbet italia, per scommesse live e finanziarie.

Il problema della difesa è quello maggiore per la Lazio

Nella linea di difesa a quattro, Sarri è spesso costretto a schierare Lazzari, che non è un terzino, e Patric, che non è un centrale, proprio per mancanza di alternative. In più, nelle partite giocate dai biancocelesti, il 50% della difesa era composto da giocatori inadatti. Recentemente, è stato anche rinnovato il contratto di Acerbi, fino al 2025, ovvero quando avrà 37 anni. Nel frattempo, non si trova un accordo con Luise Felipe, che a luglio, ovvero quando avrà 25 anni, potrebbe svincolarsi a zero. Quindi, c’è da dire che la Lazio, ha necessità di sistemare la difesa: per fare ciò occorre piazzare qualcuno tra Vavro, Durmisi e Lukaku, tutti ancora legati dal contratto con il club, ma mai utilizzati dallo stesso Sarri. Una situazione simile anche in attacco dove manca una valida alternativa ad Immobile, dato che Muriqi non ha convinto. I biancocelesti guardano a Botheim, che con il suo Bodo ha segnato ben 3 gol in 2 partite alla Roma. C’è da dire che però anche qui prima di intervenire occorre trovare una sistemazione all’attaccante kosovaro. Ma l’urgenza maggiore è la difesa. Che la Lazio ha necessità di rifondare. Altrimenti, continuando così, i problemi aumenteranno continuamente. In un reparto che non incassava tanti gol da 80 anni.

Dopo la sconfitta da parte del Napoli, la Lazio guarda avanti

Aggiustare e in fretta, la difesa della Lazio. Dopo il pesante k.o contro il Napoli con 4-0, riemerge dei troppi gol incassati da parte della squadra. Questo dovuto al fatto di pressione ed errori individuali. In sintesi, la squadra di Sarri ha la quarta difesa peggiore della Serie A. E in trasferta la situazione è ancora più grave. Manca una certa solidità difensiva ed un centrocampo che troppo spesso va in affanno. Dopo il Napoli, però, la Lazio guarda avanti fiduciosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *