OLTRE 300 VISITATORI A TALMASSONS PER LA “GIORNATA DELLE STELLE”

Gli astrofili e gli appassionati della natura sono arrivati non solo dal Friuli Venezia Giulia, ma anche dalle regioni vicine per l’incontro organizzato all’interno del progetto Interreg “Skyscape” che ha permesso di scoprire il Biotopo delle risorgive di Flambro, e di ammirare la volta stellata con i nuovi telescopi acquistati dal Comune con i finanziamenti del progetto e posizionati dai soci del Cast Ha avuto un successo la “Giornata delle Stelle” organizzata a Talmassons (Ud) l’11 giugno nell’ambito del progetto Interreg Italia-Austria “Skyscape” per promuovere il turismo astronomico, sensibilizzare sul tema dell’inquinamento luminoso, far riscoprire la bellezza del cielo stellato e far conoscere il proprio territorio.

Oltre trecento persone, fra le quali molte famiglie con bambini, infatti, sono arrivate nel comune friulano per partecipare per conoscere sia l’importante Osservatorio astronomico gestito dal Circolo

Astrofili di Talmassons (Cast), sia tutte le altre ricchezze del suo territorio a cominciare dal Mulino

Braida e dal Biotopo delle Risorgive, aree che, visto il ridotto inquinamento luminoso, si sono prestate

fino a tarda sera come ottimo punto di osservazione degli astri.

I telescopi resteranno in dotazione al Comune e saranno utilizzati in tutti i prossimi eventi organizzati in collaborazione del Cast nell’area naturalistica.

«Il nostro – spiega il sindaco Fabrizio Pitton-, è un comune di 4mila abitanti e vedere tutti questi visitatori sul nostro territorio è stata una grande soddisfazione. Il progetto “Skyscape” del quale facciamo parte insieme ai comuni di Asiago – partner capofila -, Cornedo all’Isarco e all’agenzia territoriale Tiroler del Land austriaco del Tirolo, sta funzionando molto bene e sta interessando sempre più persone. I visitatori – continua Pitton – oltre a visitare il nostro moderno Osservatorio astronomico hanno, poi, potuto conoscere lo splendido Biotopo di Flambro. Ricordo che l’obiettivo principale è quello di creare un’offerta turistica alternativa e di qualità puntando sull’astronomia e sulle bellezze naturali a beneficio di tutto il territorio».

Nella piacevole giornata, conclusasi a tarda sera, è stata offerta ai turisti la possibilità di assaggiare un ricco del menù di pietanze e vini locali delle ditte Là da La Grise, Latteria Sociale Talmassons, Agriturismo Pituello – Il Soreli e Agriturismo Tal Prat che hanno aderito al progetto per migliorare e

completare l’offerta turistica. Alcune ricette sono realizzate ad hoc per l’occasione come il “gelato al cielo stellato”, crema di luna e stelle di formaggio montasio.

Prima di ammirare le stelle e la luna i visitatori hanno ascoltato l’attore friulano Massimo Somaglino,

sulle note musicali del maestro fisarmonicista Sebastiano Zorza, che hanno portato in scena lo spettacolo “Un cielo stellato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.