Il caso strano di Florenzi, il Milan e la Nazionale

Atleti di calcio dai sorti diverse, destini curiosi, bizzarri. Tutto questo accade mentre vanno la stessa strada, perlomeno fino al bivio, dove poi cambia tutto. Calabria e Florenzi sono i terzini della squadra di calcio del Milan, due uomini sportivi sui quali Pioli ha molta fiducia. Alessandro Florenzi detto in modo affettuoso “Sandrino”, sulla carta, è la riserva di Davide (bloccato da un incidente al polpaccio per circa 60 giorni). Lui è la carta vincente rossonero, quello che gioca ovunque: terzino sinistro, terzino destro, alto a destra. Nonostante tutto, però, resta l’alternativa a Calabria in difesa. “Sandrino”, sulla carta, è la copia di riserva di David. È il migliore in rossonero e può giocare in qualsiasi posizione: terzino sinistro, terzino destro, alto a destra.

“Astuccio”

In nazionale, invece, le cose sono cambiate quando Mancio ha chiamato “Ale”, campione d’Europa dell’estate e suo grande tifoso. Da qui la strana situazione: Florenzi in Nazionale e Calabria in casa. Nonostante l’infortunio di Di Lorenzo, l’allenatore, noto come Desirio, ha 24 partite e 1 gol in questa stagione. La Calabria ha già collezionato 3 presenze in partite contro Lituania, Spagna e Svizzera tra settembre e novembre. Scelta tecnologica? Può essere. Dopotutto, ogni allenatore ha le sue idee, quindi non sorprende che Florenzi sia stato il suo backup al Milan e poi abbia preso il suo posto nei Blues. Prova nuove scommesse entra in Rabona, qui hai l’opportunità di non perdere nessuna scommessa.

Esci

Ne ha parlato anche Il Mancio a gennaio: “La Calabria ha talento, personalità e determinazione. L’ultima volta ha fatto bene”. Cioè, a novembre 2020 sono state convocate le partite contro Estonia e Bosnia Erzegovina, in una decina di minuti ho mostrato a tutti l’enorme crescita degli ultimi tre anni. Infatti, David si è trasformato dal lockdown. I migliori divertimenti quando vai nel salento, clicca qui

Grazie a lui, Milan e Pioli. Quest’anno, oltre agli infortuni, ha giocato 25 partite, segnato 2 gol e fornito 3 assist. È stato anche capitano nelle ultime tre partite. Tuttavia, Mancini preferisce Desirio. L’esterno della Juventus non gioca con la Nazionale dal 2019 (mezz’ora contro la Bosnia Erzegovina).

Il signor Florenzi?

Invece Florenzi era ancora lì, avendo giocato solo due titoli europei, all’esordio contro la Svizzera e alla finale contro l’Inghilterra, dove l’infortunio lo ha tenuto fuori per gran parte della competizione. L’ex Roma, però, è riuscita a guadagnarsi la convocazione ai playoff grazie a una prestazione da stella al Milan. A settembre 2021 inizierà la partita contro la Bulgaria. Il Mancio si è sempre fidato di lui. Sotto la sua gestione, ha giocato 20 partite, due delle quali da capitano. Quest’anno compie 26 anni (con una punizione al centro contro l’Empoli). Il Milan pensa di riscattarlo, Pioli lo rispetta, e anche Mancini. E a Milanello la sfida sulla destra rischia di continuare.

Alessandro Florenzi chi è?

Alessandro Florenzi è nato a Roma l’11 marzo 1991 ha 30 anni, è alto 173 cm con un peso di circa 66 Kg. È del segno zodiacale dell’Ariete. Nella sua vita affettiva, ha incontrato ed sposato Ilenia Atzori dalla quale ci ha donato la figlia, Penelope, nata nel 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.